La capacità progettuale di sé, volendo tentare una definizione, è il saper accogliere sollecitazioni da nuove esigenze ed aspirazioni per realizzare un aspetto, un'area della propria vita, o rivisitarla nel suo complesso. Ciò implica un "passaggio", oltre il quale alcuni pezzi/punti di vista non sono più gli stessi, probabilmente l'ordine di priorità dei valori cambia anche un po'.

Dunque, la progettualità di sé, capacità alla quale il titolo del progetto più direttamente allude, si costruisce, e si gestisce, con un'interazione fra i seguenti "fattori":

Cambiamento: quello che ci sta attorno e, mutando, ci obbliga a cambiare; e quello che dentro di noi viviamo come "qualcosa" che ci ha fatto cambiare rotta

Desiderio: motivazione, forza, o energia fornita da una tensione positiva, strettamente collegata al potere-capacità personale che ci ha portato a cogliere le aperture, le possibilità per dar corso ai propri desideri
Gioco: sostanzialmente un atteggiamento, un modo di porsi, proponibile a dispetto delle apparenze in un'età che ci vede liberi da un gran numero di costrizioni, quelle professionali soprattutto

Risorse: risorse interne e risorse esterne, che dipendono o possono dipendere anche da noi e che utilizziamo per liberarci ed emanciparci.

 

 

 

About | Privacy Policy | Sitemap
© Generazioni